Contattaci ora Call Us Free
348 7539266
via Boccaccio 80 - Padova

Taoismo e Wing Tiun: la metafora dell’acqua e dei recipienti che la contengono.

Come abbiamo già visto, la caratteristica di base del pensiero cinese è che questo si basa sulla flessibilità, sulla mutevolezza. E possiamo dire lo stesso del Wing Tiun ed anche di tutte le arti marziali che come quest’ultimo nascono dal pensiero taoista e fanno propria l’interazione costante tra Yin e Yang, facendo quindi in modo che ogni tecnica, ogni forma, ogni interazione tra avversari somigli a un flusso di energia che scorre ininterrottamente.
Il praticante di Wing Tiun deve imparare a gestire la coppia vuoto/pieno, dal punto di vista dell’interazione di forze tra avversari ma anche dal punto di vista della strategia dell’arte marziale (difesa/attacco). In una lotta tra due avversari, lo Yin e Yang assumono la forma di pieno e vuoto.
Spesso nel Wing Tiun si parla della metafora dell’acqua e del fatto che dobbiamo imparare ad essere come l’acqua, che si muove da un recipiente ad un altro (svuota un recipiente e ne riempie un altro) rendendo così possibile un trasferimento di energia. E diciamo anche di voler essere come l’acqua perché questa riesce sempre a seguire il suo corso, aggredendo gli ostacoli con una forza molto vigorosa, ma allo stesso tempo flessibile e scorrevole.